Ultime Notizie

IMAGE “Calici di stelle”: degustazioni ammirando il cielo d’agosto

Tutto pronto per “Calici di Stelle”, manifestazione di mezza estate dell’Associazione città del vino e del... Leggi tutto...


IMAGE Festival delle Valli del Natisone

Anche quest’anno l’Associazione Puppet Fvg non manca con la sua 25. Edizione del Festival delle Valli del Natisone... Leggi tutto...


Stanziati 400 mila euro per sistemare la strada fra casali Rieka e Reant

TORREANO. Troveranno presto soluzione le criticità della strada che da località Casali Rieka porta alla frazione di... Leggi tutto...


IMAGE Via Gemona a Cividale chiusa per lavori, disagi in arrivo per il traffico

Prosegue il piano di adeguamento delle condotte fognarie A Rubignacco paralisi della circolazione fino al 31 agosto.... Leggi tutto...


Newsletter

Iscriviti alla mailing list per ricevere via e-mail le "Nuove Torreanesi" !

Demolita la centenaria ciminiera di Cividale

0
0
0
s2sdefault

CIVIDALE. Il botto, violento, è echeggiato qualche minuto prima delle 16, con un’ora e mezza di ritardo rispetto alle previsioni iniziali: la storica ciminiera della fornace di Rubignacco è saltata in aria e si è dissolta, in pochi secondi, in una nuvola di polvere, lasciando il paesaggio alle porte di Cividale orfano di un elemento architettonico che ne è stato parte integrante per ben 130 anni.
Il vuoto balza davvero all’occhio di chi con la zona ha familiarità: la sagoma dell’affusolato camino, 45 metri d’altezza - testimoni della perizia manuale dei friulani di un tempo -, è ormai solo un ricordo.
Rimarrà nelle centinaia di foto scattate dalla gente della frazione e della città ducale, raccoltasi a frotte sulla collina della chiesetta di Sant’Elena e nei dintorni, a ridosso del cordone di sicurezza definito dalle forze dell’ordine: al triste spettacolo dell’addio hanno voluto assistere in tantissimi, sorta di omaggio a un manufatto che fino all’ultimo in molti hanno provato e sperato di salvare.
Lo spiraglio, assolutamente inatteso vista la tempistica, era arrivato in tarda mattinata, attorno alle 12.30 (ovvero un’ora e mezza prima della chiusura programmata per la regionale 356): un sms del prefetto di Udine Vittorio Zappalorto, inviato al sindaco Stefano Balloch, aveva scompigliato le carte in tavola.
«Sospendiamo tutto», c’era scritto, con successivo invito a un incontro in Prefettura per definire le modalità operative da adottare. L’“ordine” era stato ribadito poi al primo cittadino al telefono, sempre da Zappalorto.
Un fulmine a ciel sereno, che ha illuso l’ampio fronte pro tutela del bene e determinato gran trambusto sul versante opposto, dove ormai era partito il countdown all’esplosione.
Le cariche erano state già posizionate (con relativa spesa da parte dei proprietari del sito: il blocco avrebbe potuto comportare, insomma, anche richieste di danno all’ente pubblico) e i tecnici stavano curando gli ultimi particolari dell’operazione.
Le informazioni sul prosieguo della paradossale situazione venutasi a creare sono - e c’era da aspettarselo - parziali, ma pare vi sia stato un intenso tam tam, fino ai vertici della Regione.
Morale: il meeting fuori programma che avrebbe dovuto tenersi in Prefettura - istituzione dalla quale erano state rilasciate tutte le necessarie autorizzazioni a procedere - per definire le tappe dell’iter non c’è stato ed è stato “ripristinato”, invece, il via libera all’operazione.
Intorno alle 14.30, così, polizia e vigili urbani hanno provveduto al transennamento della strada regionale, secondo i limiti stabiliti, e gli addetti hanno ultimato le attività preparatorie sulla torre e attorno alla stessa.
Verso le 15.50 l’area è stata completamente sgomberata: qualche minuto dopo tre squilli di sirena hanno annunciato l’“esecuzione” e la ciminiera è implosa, rovinando al suolo di fronte a un “muro” di macchine fotografiche, smartphone, videocamere.

Storico Notizie

Festival delle Valli del Natisone
Martedì, 16 Luglio 2019


"A Natale puoi..." la Festa 2018 !"
Giovedì, 29 Novembre 2018


 

loghi pie2loghi pie5loghi pie6loghi pie3loghi pie7loghi pie4loghi pie8loghi pie9


::: Associazione PRO LOCO di TORREANO :::
Associazione di Promozione Sociale iscritta al N.335 del Registro Regionale
Via Principale, 21 - 33040 Torreano - Udine - Italy - C.F./P.I. 01458010301
E-mail: proloco@torreano.net  | E-mail Pec: proloco.torreano@pec.it |  All rights reserved © 1999/2018