Ultime Notizie

IMAGE Morta Giuditta Iaconcig figlia di uno dei “re” della pietra piasentina

TORREANO. Si è spenta prematuramente, ad appena 66 anni, Giuditta Iaconcig, la signora della pietra piasentina. Figlia... Leggi tutto...


IMAGE A 28 anni diventa imprenditore con il sostegno del Comune

Massimo Causero ha vinto una borsa di studio presentando un piano innovativo Dopo la laurea ha coronato il sogno... Leggi tutto...


Friulano ricoverato in gravi condizioni a Bangkok

Diego Iacuzzi, 53 anni, era in vacanza in Thailandia. Si trova ricoverato da lunedì sera nel reparto di terapia... Leggi tutto...


Con l’archeologo Trevisani nei misteri di Deir El-Medina

È uno dei villaggi più interessanti che la ricerca archeologica ci ha restituito. Stiamo parlando di Deir El-Medina,... Leggi tutto...


Newsletter

Iscriviti alla mailing list per ricevere via e-mail le "Nuove Torreanesi" !

Amatrice ringrazia il Friuli, il sindaco: aiuto impagabile

0
0
0
s2sdefault
Pirozzi riceve la visita dei colleghi di Gemona (Urbani) e di Torreano (Sabbadini). «Siete straordinari, domenica farò il possibile per essere da voi con gli alpini»
di Maura Delle Case
UDINE. «Cosa posso dirvi se non un grazie immenso. Il Friuli Venezia Giulia è stato straordinario. L’aiuto che ci avete dato impagabile. Saremo sempre in debito».
Lo dice di slancio Sergio Pirozzi, dimenticando per un attimo la stanchezza accumulata dallo scorso 24 agosto quando il sisma ha distrutto la sua Amatrice costringendo lui, che di quella città, portabandiera dell’Italia nel mondo, è il sindaco, a un tour de force senza tregua. La stanchezza gliela si legge in faccia. Il nervosismo passa invece dalla mano alla costante ricerca di una sigaretta. Così lo racconta Paolo Urbani, primo cittadino di Gemona, che ieri ha raggiunto Amatrice insieme al collega di Torreano di Cividale, Roberto Sabbadini.
«Sette ore di viaggio si sono sobbarcati per venire a darmi la loro solidarietà, ad offrirmi aiuto, se non è straordinario questo ditemi cosa lo è» afferma ancora Pirozzi, lasciandosi alle spalle per un attimo il brusio del municipio provvisorio, dove tutti corrono in cerca di lui, per risponderci al telefono e ribadire il suo grazie al Friuli Venezia Giulia. «Quando vogliamo siamo un grande Paese».
L’emozione di Pirozzi è palpabile, corre lungo il “filo” e prende forma in una promessa: «Voglio essere con voi domenica. Al raduno degli alpini a Gemona.
Il collega mi ha invitato e spero di farcela. Purtroppo non ho un’agenda, vivo alla giornata adeguandomi agli eventi, ma prometto di fare il possibile per esserci». Quale occasione migliore per incontrare i padri di quel modello Friuli che l’amministratore laziale conosce e che vorrebbe importare nella sua Amatrice.
L’intenzione si deve misurare con la nomina di Vasco Errani a commissario straordinario alla ricostruzione. Un confronto che Pirozzi non teme. «Il sindaco di Amatrice sono io», dichiara tranchant lasciando intendere che non saranno sopportate scelte calata dall’alto.
La visita toccata e fuga in Friuli diventa da questo punto di vista un’occasione preziosa per fortificare la convinzione. Per carpire i segreti del dov’era e com’era ad alcuni dei protagonisti dell’epica ricostruzione vissuta dal Friuli nel post terremoto. Una lunga lista di persone. Da Salvatore Varisco a Ivano Benvenuti, da Mario Toros passando per il commissario all’emergenza Giuseppe Zamberletti.
«Se vorrà glieli faremo incontrare tutti» assicura Urbani che da buon friulano assieme a Sabbadini ha caricato l’auto. Di vino, gubane e qualche copia del Messaggero Veneto «perché possano vedere quanto anche la stampa locale si sta occupando di loro» continua il sindaco, che a Pirozzi ha consegnato l’eco delle tante iniziative di solidarietà fiorite in regione tra Comuni e associazioni. Con Gemona in testa, pronta ad aprire le porte delle sue case per ospitare gli amatriciani rimasti senza un tetto.
«Pirozzi si è detto sbalordito della disponibilità che per fortuna in questo momento non sembra essere necessaria ma
che potrebbe tornare utile nel prossimo futuro. È stato un incontro duro perché ci siamo rivisti in loro. È stato difficile abbracciare il sindaco e lasciarlo a un impegno che durerà ancora anni, ma che non sosterranno soli. Noi ci saremo», conclude Urbani.

Storico Notizie

"A Natale puoi..." la Festa 2018 !"
Giovedì, 29 Novembre 2018


123° Festa Del Perdon - Prestento
Martedì, 11 Settembre 2018


TREKKING Cascate di Prelòh - ValChiarò
Domenica, 29 Luglio 2018


 

loghi pie2loghi pie5loghi pie6loghi pie3loghi pie7loghi pie4loghi pie8loghi pie9


::: Associazione PRO LOCO di TORREANO :::
Associazione di Promozione Sociale iscritta al N.335 del Registro Regionale
Via Principale, 21 - 33040 Torreano - Udine - Italy - C.F./P.I. 01458010301
E-mail: proloco@torreano.net  | E-mail Pec: proloco.torreano@pec.it |  All rights reserved © 1999/2018